Uncategorized

I grandi falsi del tango: il tango tra uomini.

Quante baggianate vengono raccontate spesso ai molti malcapitati allievi per giustificare metodi di insegnamento fallaci.
Poi ci si lamenta che il livello delle milongas è sempre più scadente.
Uno di questi falsi è che il tango agli inizi venisse ballato tra uomini, cercando di far sotto intendere che ballassero   tra loro con passione e trasporto, quasi fossero tutti omosessuali. È una stupidaggine enorme. Molto probabile che si allenassero, al limite fra loro per poi poter ballare con le donne del tempo; è possibile anche ballassero per divertimento, come succede in molti balli maschili ma di sicuro senza la passione intensa che vediamo oggi tra i ballerini e le ballerine.

Uncategorized

Il tango, l’incontro con sé stessi

Il tango ballato da molti ma capito ancora da pochi, è a mio parere prima un incontro con il nostro io interiore.
Siamo tutti diversi e chi vive bene il rapporto con sé stesso vivrà bene anche il rapporto con il/la partner. L’abbraccio nel tango è un momento único ed irripetibile che sarà sempre diverso anche se i soggetti saranno i medesimi.
Un momento magico che pochi sono disposti a gustare.
Il modo più semplice per scappare è mettersi a rincorrere la musica passando da una figura all’altra, quasi a cercare la fine del ballo invece che gustare il durante.

Nasce tutto dal fatto che abbiamo un immagine di noi stessi che spesso non combacia col noi vero e reale che invece viene percepito chiaramente dal partner. Per non svelare la nostra insicurezza facciamo figure, sperando di confondere le acque.

image