Uncategorized

Il tango e l’auto

Il tango e l’auto, dimmi come guidi e ti dirò che tanguero sei

Da molto tempo equiparo la guida di un’auto al tango ballato.

I miei allievi lo sanno bene e credo che sia forse il modo migliore per capire il tango.
Una domanda interessante a cui rispondere è se sia più importante, per la guida di un’auto, la teoria o la pratica, cioè conoscere tutto ciò che concerne la guida, le precedenze, i segnali ecc oppure il semplice far muovere l’auto, freni, cambio volante ecc.

ingorgo

(Ho cambiato la foto perché l’altra aveva urtato la sensibilità di qualcuno e me ne scuso, era stata presa semplicemente per indicare un ingorgo)

Senza la teoria non saremmo mai in grado di girare in strada con sicurezza e lo faremmo in modo assolutamente anarchico mettendo a repentaglio la nostra e la altrui vita.

 

Guidare l’auto è invece un fatto personale, per cui se ad esempio non sai cambiare marcia e vai a ranocchio, l’unico ad infastidirsi può essere l’eventuale passeggero.

Ecco il tango è così; se non conosci la teoria (codigos, rispetto, storia) sei come un guidatore che non conosce i segnali stradali e quindi diventi un pericolo. Il ballo invece è soggettivo, se balli male e non lo sai o ti credi Pablo Veron è un problema tuo, a me basta che rispetti le regole e poi puoi essere ridicolo quanto vuoi.

Giuseppe Scarparo
Fattiditango

Un pensiero riguardo “Il tango e l’auto

I commenti sono chiusi.